7. Patologie della retina: che cos’è la malattia di Stargardt. La malattia di stargardt è una patologia ereditaria rara della retina che può iniziare durante l’adolescenza o l’infanzia, i cui sintomi consistono principalmente nella riduzione della visione centrale in forma grave, in disturbi nella percezione dei colori (chiamata discromatopsia), in macchie nere nel campo visivo e nella fotofobia, vale a dire l’intolleranza alla luce. La diagnosi viene effettuata tramite un esame del fondo oculare. → Link

6. Neuropatia ottica di Leber: scoperta una nuova mutazione che causa tale malattia. L’atrofia ottica di Leber, trasmessa ereditariamente per via materna, è una rara malattia che si contraddistingue per un improvviso calo dell’acuità visiva e che è causata da mutazioni nel DNA mitocondriale. La malattia colpisce prevalentemente soggetti di sesso maschile e può condurre alla cecità permanente. Ultimamente sono state identificate più di 20 mutazioni che causano la neuropatia ottica di Leber.  → Link

5. Illusione ottica inquietante: la scoperta della star di Tik Tok. L’illusione ottica di cui si parla ultimamente proviene da una delle star di TikTok, che spesso condivide quiz, illusioni ottiche e giochini. Osservando l’immagine si vede una maschera al cui centro vi è un puntino rosso, sopra il quale concentrarsi per almeno 15 secondi; subito dopo, spostando lo sguardo su una parete bianca e sbattendo le palpebre, a quanto pare è possibile notare qualcosa di spaventoso. → Link

4. Chirurgia refrattiva oculare: Alla scoperta di PRK e LASIK. Quando si parla di chirurgia refrattiva oculare si intende ogni procedura chirurgica utilizzata per risolvere i problemi di vista. Negli ultimi anni ci sono stati enormi progressi in questo campo: parliamo, in questo caso, della PRK, il primo intervento chirurgico refrattivo al laser per correggere la vista, e della LASIK. La PRK, meno invasiva della LASIK, è indicata per le persone con cornee sottili o che soffrono di particolari problemi corneali. Con la chirurgia LASIK, invece, il recupero è più rapido. → Link

3. Esami oculistici: che cos’è la pachimetria corneale. La pachimetria corneale è un esame che permette di misurare lo spessore corneale, che, a sua volta, è utile per valutare l’entità di un trattamento laser, l’affidabilità della misurazione della pressione oculare e per valutare alcune patologie della cornea. Si tratta di un esame non invasivo e non doloroso, durante il quale lo strumento esegue una serie di scansioni della cornea mentre il paziente fissa una sorgente luminosa per pochi secondi. → Link

2. Oftalmologia: l’esame del microscopio endoteliale. La microscopia endoteliale è un esame essenziale nella routine dell’oculista chirurgo, dell’oftalmologo e dell’oculista ambulatoriale, e risulta indispensabile nella diagnostica di molte distrofie e degenerazioni corneali, nella valutazione pre e post operatoria della chirurgia della cataratta e dei trapianti di cornea. Ad essere utilizzato è Perseus, un dispositivo automatico utilizzato per l’analisi dell’endotelio corneale. → Link

1. Patologie dell’occhio: la degenerazione maculare senile. La degenerazione maculare senile è una patologia cronica dell’occhio legata al naturale invecchiamento delle cellule della macula, che è la zona centrale della retina, essenziale alla visione distinta e alla percezione dei dettagli. La forma umida e la forma atrofica o secca sono le due forme di degenerazione maculare senile, che si è calcolato colpire circa 25-30 milioni di persone ed è la più comune causa di cecità nei pazienti con più di 60 anni di età. → Link