7. Nevo di Ota: la malattia che ha colpito Carlotta Bertotti. La nota influencer e modella di 22 anni Carlotta Bertotti, parla della sua malattia, vale a dire un’alterazione benigna della pelle e delle strutture oculari e peri-oculari, presente maggiormente in Giappone, che provoca un’iperpigmentazione cutanea. Si tratta di lentiggini blu che si trovano nella sfera dell’occhio e anche in parte del viso. La ragazza afferma di non avere problemi di salute né di provare dolore. → Link

6. “La sfida di Agatha”: il progetto per sostenere la bambina affetta da ipoplasia bilaterale congenita del nervo ottico. Agatha, una bambina di quattro anni, è affetta da una rara malattia che colpisce 1 bambino su 10.000, ed è sostenuta dai suoi genitori che condividono quotidianamente sui social ogni suo progresso. Non vedente dalla nascita, Agatha è affetta da un ridotto sviluppo dei nervi ottici, che non permette all’immagine di arrivare al cervello. → Link

5. Illusioni ottiche: l’immagine che rivela qual è la tua paura più grande in una storia d’amore. Le illusioni ottiche sul web attirano sempre molta curiosità, soprattutto quelle che “svelano” qualcosa sulla propria personalità. È il caso anche di questa illusione ottica, che rivela ciò che temi di più quando sei innamorato. Se hai visto la faccia di un uomo significa che hai dedizione ed entusiasmo, se hai visto un ragazzo sei emotivo e malinconico, se vedi il dipinto vivi come in un sogno, e se hai visto due capanne hai un’anima sensibile. → Link

4. Glaucoma: di cosa si tratta e come può essere curato.  Il glaucoma, grave e diffusa patologia oculare, è la seconda causa di cecità a livello mondiale. Tale malattia è caratterizzata da un danno cronico e progressivo del nervo ottico e l’umore acqueo, che viene continuamente prodotto nel bulbo oculare, non riesce a defluire correttamente all’esterno; ciò determina un aumento della pressione interna dell’occhio con conseguente schiacciamento e cattiva irrorazione sanguigna del nervo stesso. → Link

3. Esami oculistici: che cos’è lo screening della lacrimazione. Lo screening della lacrimazione è un esame tramite il quale alcuni strumenti hanno l’obiettivo di valutare le componenti del film lacrimale e le loro possibili alterazioni, individuando in maniera personalizzata, per ciascun paziente, la terapia più appropriata. Si tratta di una serie di esami non invasivi, non dolorosi, che durano circa 30 minuti. → Link

2. Niente chirurgia laser? Ci pensano le lenti ICL. La soluzione perfetta nei casi in cui la chirurgia laser risulti sconsigliata, la si trova nelle lenti ICL, vale a dire delle lentine costituite da un particolare materiale chiamato collamero. Con le lenti ICL si possono correggere la miopia fino a 20 diottrie, l’ipermetropia fino a 10 diottrie e l’astigmatismo elevato. Il tutto avviene in modo assolutamente preciso, con un recupero molto rapido (circa 12-24 ore). → Link

1. Occhiali da sole: i 5 motivi per cui dovresti indossarli. Gli occhiali da sole sono un beneficio per la salute dei nostri occhi, perché li proteggono e possono aiutare a prevenire le malattie degli occhi causate dal sole stesso; con gli occhiali da sole, inoltre, è possibile vedere e apprezzare il paesaggio meglio di quanto si farebbe altrimenti;se ci si sta riprendendo da un intervento gli occhiali da sole possono aiutare a proteggere gli occhi, e, infine, permettono di evitare emicranie e mal di testa. → Link