TEN 9.03.2020 News della settimana

7. Occhio secco? Ecco cosa c’è da sapere. L’occhio secco è un disturbo dovuto dalla ridotta o eccessiva produzione di lacrime, è caratterizzato da svariati sintomi ed è proprio per questo che bisogna essere certi di essersi affidati a un esperto oculista. I sintomi principali sono la difficoltà di aprire la palpebra dopo il risveglio, bruciore, fastidio causato dalla luce, sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio; ma anche, in casi più gravi, annebbiamento e dolore costante. Altri sintomi caratterizzano questo disturbo, ma ciò che conta sapere è che il primo passo da fare per poter guarire, è assumere lo stile di vita migliore per i nostri occhi. → Link

6. Strabismo infantile? Non è così raro. Spesso è un disturbo che si risolve senza la necessità di alcun tipo di intervento ma semplicemente con la crescita; in caso contrario è utile, passati i sei mesi dalla nascita, iniziare un percorso con un professionista. È importante non lasciar correre e affidarsi allo specialista giusto, perché non si tratta solo di un difetto estetico, bensì viene compromessa anche la salute degli occhi stessi e agire in età adulta può diventare complesso. → Link

5. Diplopia: un difetto visivo da conoscere. Si tratta di un disturbo a causa del quale, chi ne è affetto, vede doppio; il soggetto affetto da diplopia può avere questo disturbo sia in entrambi gli occhi che in uno solo e può essere permanente oppure solamente temporaneo, ed è dovuto dall’assunzione di determinate sostanze, da un trauma subito alla testa o anche da patologie degenerative. Per poter trovare la cura esatta è utile prima scoprirne la causa; in rari casi può essere necessario intervenire chirurgicamente.  → Link

4. Nuovo retinografo per l’oculistica dell’ospedale di Aosta. L’apparecchiatura, donata dall’Unione Ciechi, è stato possibile averla grazie al contributo di due donatori anonimi e grazie all’Associazione Nazionale Alpini Valle d’Aosta. Il retinografo è fondamentale perché consente di analizzare il fondo dell’occhio e di eseguire, quindi, gli esami di screening della maculopatia senile e della retinopatia diabetica. È stato fatto un passo molto importante perché questo significa offrire servizi sempre più di maggior qualità ai pazienti. → Link

3. Illusioni ottiche grazie alla fotografia: come far giocare i nostri occhi. È grazie a Tiago Silva, un talento naturale proveniente dal Portogallo, se possiamo assistere a delle illusioni ottiche completamente naturali, senza alcuna modifica, effettuate semplicemente con l’obiettivo fotografico. Scatti curiosi, magici, che fanno letteralmente giocare i nostri occhi: tramite l’account Instagram di Tiago Silva, seguito da più di 70.000 persone, possiamo assistere allo spettacolo! → Link

2. Dislessia Visiva: come agire. La dislessia consiste nella difficoltà nel leggere fluentemente e in maniera corretta. Le cause sono ignote ma la si può correggere insegnando delle specifiche strategie al bambino. In caso di dislessia visiva si parla di distorsioni percettive del testo (sfocatura non correggibile con lenti da vista, sensazione di movimento delle lettere, ecc…). Una correzione ottica può migliorare la capacità di lettura, dunque non vi è la necessità di un intervento chirurgico, bensì di un trattamento prescritto direttamente da un professionista. → Link

1. Glaucoma: settimana mondiale. In Italia viene colpito un milione di persone dal glaucoma ed è per questo motivo che risulta importante effettuare una visita ogni quattro anni prima dei 40 anni, ogni due anni dai 40 ai 60 e ogni 1 anno circa dopo i 60. A ricordarlo è la World Glaucoma Association, che, in occasione della settimana mondiale del glaucoma (8-14 marzo), lancia la campagna “Get tested for glaucoma”. Una persona su due non sa di essere affetta da glaucoma e corre il rischio di accorgersene solo quando ormai è troppo tardi, per questo una visita periodica è necessaria. → Link