TEN 2.03.2020 News della settimana

7. Chirurgia oculistica in 3D: una rivoluzione per Blue Eye. Questa nuova tecnica permette di effettuare interventi in alta definizione, cosa che normalmente non accade con il normale microscopio: questo grazie a una fotocamera ad altissima risoluzione che permette di osservare ogni dettaglio, senza tralasciare nulla. La sicurezza? Garantita, così come la precisione e la riduzione di rischi. È importante, afferma Anna Altomare, amministratore delegato del centro oculistico Blue Eye, che il chirurgo abbia a disposizione la certezza di essere minuzioso per i suoi pazienti. → Link

6. Una nuova generazione nel mondo dell’oculistica: Acriva Trinova. Si tratta di una lente IOL trifocale di forma sinusoidale, con zone continue senza salti: è un modello che permette di ottenere delle ottime prestazioni visive per tutte le distanze e assicura la massima indipendenza dagli occhiali. La tecnologia di Visione Sinusoidale ha una maggiore tolleranza, la disfotopsia è minimizzata, la profondità di campo è massima, così come la trasmissione della luce, la quale distribuzione è perfettamente bilanciata. → Link

5. Il futuro della vista: Mojo lens, le lenti a realtà aumentata. Mojo Vision è una startup californiana che ha deciso di avviare un progetto per la produzione di smart lenses, che hanno la possibilità di cambiare definitivamente la realtà, sovrapponendo a essa ulteriori elementi e informazioni. Si tratta di poter recuperare, sul momento, informazioni su strutture, oggetti e tutto ciò che richiama la nostra attenzione, oltre alla possibilità di richiedere indicazioni stradali. Il dispositivo è già stato prodotto, ora manca l’approvazione ufficiale dell’FDA, l’ente che si occupa di regolamentare i prodotti alimentari e farmaceutici. → Link

4. Lenti a contatto: un pericolo a cui non si vorrebbe andare incontro. Una ragazzina di 14 anni rischia di diventare cieca a causa dell’utilizzo delle lenti a contatto e di un batterio (per ora dormiente), che si è messo tra esse e la cornea. La patologia viene chiama cheratite da Acanthamoeba ma si è evoluta in una sindrome da stanchezza cronica (encefalomielite mialgica). È una malattia che toglie ogni tipo di energia, anche per eseguire le azioni più semplici; il corpo è perennemente dolorante e la luce e il rumore sono intollerabili. → Link

3. Attenzione: vista in pericolo se si strofinano eccessivamente gli occhi. Si tratta di danni seri e lesioni che potrebbero compromettere la vista. Strofinarsi gli occhi dopo lunghe ore di lavoro o a causa di un’allergia può donare una sensazione di sollievo sfortunatamente momentanea, che però può successivamente causare danni seri, lesioni e infezioni. Questo, prima di tutto, perché nelle mani sopravvivono sempre dei germi ma, non meno importante, lo sfregamento può indebolire la cornea, graffiarla e assottigliarla: un grave danno che potrebbe addirittura richiedere un intervento tempestivo. → Link

2. Asl Vco: il dottor Romolo Protti esegue una nuova prestazione oculistica. Parliamo di un trattamento parachirurgico caratterizzato da una bassa invasività, ed è il cross-linking: consiste nel rinforzare la superficie corneale su pazienti affetti da cheratocono (una malattia ereditaria degenerativa della cornea che la assottiglia e la deforma), che hanno un’età tra i 16 e i 21 anni. Sfortunatamente si può arrivare a un rischio di perforazione e in tal caso deve essere imminente il trapianto di cornea. → Link

1. L’Associazione italiana occhi e sport fa un appello e avvisa: Coronavirus, la congiuntivite è uno dei primi sintomi. Essa è accompagnata da febbre alta e altri sintomi come tosse, vomito ecc. A scoprire per primo questa epidemia è stato Li Wenliang, l’oculista 34 enne di Wuhan che sfortunatamente non ce l’ha fatta. La congiuntivite è un’infiammazione che colpisce milioni di italiani e che non porta ad alcuna conseguenza se viene presa nella maniera giusta. Soprattutto in queste settimane non deve essere banalizzata nel caso dovesse insorgere ma non vanno neanche create psicosi. Ciò che conta è rivolgersi a un esperto oculista che saprà valutare esattamente la situazione. → Link