TEN 18.05.2020 News della settimana

7. ReLEx SMILE: la nuova tecnica per miopia, astigmatismo e ipermetropia. L’Estrazione Lenticolare tramite Piccola Incisione (rivoluzione della chirurgia refrattiva) utilizza un laser a femtosecondi ad alta precisione ed è utile per eliminare occhiali e lenti a contatto. Questo tipo di intervento è molto meno invasivo, rapido e indolore; il tempo di guarigione è veloce e si può tornare fin da subito alla propria vita. → Link

6. Retinopatie: ecco cosa c’è da sapere. Il compito della retina è quello di trasformare gli stimoli visivi in impulsi nervosi inviati al cervello. Fanno parte delle malattie della retina il pucker maculare e il foro maculare (provocati da alterazioni del vitreo): in questo caso è necessario intervenire chirurgicamente con la vitrectomia; e la degenerazione maculare senile (le cellule della macula responsabili della visione centrale degenerano e muoiono): la DMS non provoca cecità completa ed è possibile aiutarsi con tecniche di riabilitazione visiva. → Link

5. Presbiopia: non una malattia ma un fenomeno naturale. La presbiopia è la perdita della capacità di messa a fuoco da vicino e incomincia all’età di 40-45 anni. Senza gli occhiali è impossibile fare cose semplici come leggere ma questi ultimi sono spesso considerati scomodi. Le soluzioni, oltre alle lenti a contatto, sono il laser PRK e LASIK e l’impianto di lenti ad alta tecnologia trifocale torica, che consentono la correzione di tutti i difetti di vista. → Link

4. Astigmatismo: uno dei più comuni difetti di vista. L’astigmatismo è ereditario ma può anche verificarsi a seguito di un trauma oculare o essere una conseguenza del cheratocono. I sintomi sono: occhi irritati, stanchi, visione sfocata, i caratteri piccoli sono illeggibili, necessità di strizzare gli occhi e male alla testa. Per eliminare l’astigmatismo sono necessari gli occhiali, le lenti a contatto o la chirurgia refrattiva. Per quanto riguarda la chirurgia refrattiva, le tecniche rapide e sicure più utilizzate sono la PRK e LASIK. → Link

3. Illusioni ottiche: un artista di strada crea un capolavoro su un vecchio serbatoio di gas. Tom è un artista di strada in grado di creare con i suoi disegni delle impressionanti illusioni ottiche e in questo caso parliamo dell’illusione ottica di un enorme gatto Canadian Sphynx, su un vecchio serbatoio di gas utilizzato come “tela”: il gatto sembra realmente essere sdraiato in mezzo a un campo ed è proprio per questo motivo che al primo sguardo le opere dell’arista hanno la capacità di ingannare occhi e mente. → Link

2. Avere problemi alla vista ai tempi del Covid. Matteo Piovella, il presidente della Società Oftalmologica Italiana, conferma che in questo periodo di lockdown sono stati persi circa 4 milioni di visite e 250mila interventi. “Apri gli occhi contro il Coronavirus” è la campagna lanciata dalla Società Oftalmologica Italiana a favore dell’informazione per i medici oculisti: si tratta di un numero verde gratuito che funziona da punto di riferimento per fornire dati e notizie relative al Covid-19 e al suo ruolo nell’oftalmologia, perché rimane fondamentale tutelare le prestazioni oculistiche. → Link

1. Calo improvviso della vista: mai prenderla sottogamba. È importante capire che avere un calo della vista improvviso (in pochi giorni o addirittura minuti) non deve far pensare che si tratti semplicemente di qualcosa di momentaneo, che passerà da solo ma c’è l’imminente necessità di rivolgersi a un professionista. Alcuni pazienti riferiscono di vedere in modo confuso, annacquato, addirittura marcatamente deforme; altri percepiscono ombre o vedono una sorta di tendina davanti all’occhio. In ogni caso qualsiasi segnale repentino di riduzione visiva non va mai considerato come semplice stanchezza: prima ci si rivolge a uno specialista, minori sono le conseguenze. → Link