TEN 12.04.2019 News della settimana

70

10. Un gel adesivo in futuro potrebbe riparare la cornea evitando i trapianti. Le cellule corneali si fonderebbero con il gel andando a creare a un tessuto simile a quello originale. La ricerca è stata pubblicata su Science Advances, condotta da Reza Dana, responsabile del servizio Cornea e Chirurgia Refrattiva al Massachusetts Eye and Ear e docente di oftalmologia della Harvard Medical School di Boston. È da tempo che si lavora per questo obiettivo e sono anni che per rafforzare la cornea si ricorre al cross-linking: si rafforza la cornea grazie all’azione della vitamina B2 che rende più rigida la cornea stessa. → Link

9. Light-induced corneal cross-linking corrects vision. Myopia is almost twice as common in the US and Europe today than it was 50 years ago. It has also become an important problem in some Eastern Asian countries where it affects as much as 70 to 90% of the population. Although glasses and contact lenses are the first choice for many people, permanent vision correction by refractive surgery is becoming more popular, even though the procedure is not without risk. A team of researchers at Columbia University in New York has now developed a new, safe and non-invasive technique that makes use of a femtosecond laser to produce a low-density plasma in the cornea. → Link

8. Ulss 2, cresce l’oculistica del San Valentino: grandi numeri per dare risposte a tutto il territorio, e sarà potenziata. L’oculistica del San Valentino sempre più attrattiva. A dirlo sono i dati che spiegano come nel 2018, sull’anno precedente, si registra un più 25 e 30% su ricoveri e interventi totali, rispettivamente 184 nel 2017 e 262 nel 2018, e 1.664 nel 2017 contro 1929 nel 2018. L’inizio del 2019 dà continuità a questo trend di crescita dell’Unità Operativa Complessa di Oculistica del presidio ospedaliero di Montebelluna diretta dal dr. Stefano Miorin.        → Link

7. La direttrice dell’oculistica di Negrar prima donna premiata dall’Ervs. È veneta la prima donna ad aver ricevuto dalla European Vitreo Retinal Society (EVRS) il premio «Relja Zivojnovic», nel corso del congresso annuale che si è tenuto a Praga. Si tratta della dottoressa Grazia Pertile, direttore dell’Unità Operativa di Oculistica dell’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negar. In 18 edizioni mai nessuna donna era stata insignita del riconoscimento intitolato dalla Società scientifica a un pioniere della chirurgia vitreoretinica europea. Il premio viene conferito annualmente ad uno specialista oftalmologo che a livello mondiale si è distinto in questa disciplina. → Link

6. Cecità, Kenya: più 300 mila non vedenti a causa della povertà. La campagna di CBM Italia onlus per salvare la vista di bambini e adulti. Nei Paesi poveri nascere con una cataratta è un dramma, una condizione invalidante: si rischia la vita ogni giorno e il futuro è compromesso. Parliamo di una Ong italiana, la CBM, la più grande organizzazione umanitaria internazionale impegnata nella cura e prevenzione della cecità e disabilità nei Paesi del Sud del mondo: lo scorso anno raggiunte oltre 35 milioni di persone in 54 Paesi. Spiega il direttore, Massimo Maggio: “Quando un bambino nasce con la cataratta deve essere operato al più presto, prima che i danni alla sua vista diventino irreparabili e che il suo sviluppo cognitivo venga gravemente compromesso” → Link

5. Nuovo polo oculistico a Gorle: “Specializzati in retina e diagnostica”. Abbiamo intervistato la dottoressa Paola Salvetti, responsabile del reparto di oculistica, esperta di patologie della retina e diagnostica per immagini, con una significativa esperienza internazionale in retina e nell’ambito della medicina aeronautica. Il centro di Radiologia e Fisioterapia di Gorle aumenta i propri servizi. La struttura, situata in via Roma 28, si è dotata di un nuovo reparto di oculistica con apparecchiature e strumenti all’avanguardia. Sarà possibile eseguire visite ed esami diagnostici con la semplice ricetta rossa. → Link

4. Diagnosticare Alzheimer prima di avere i sintomi tramite visita oculistica? Uno studio americano (Duke Eye Center) condotto su oltre 200 persone sembra suggerire che la perdita di vasi sanguigni nella retina rappresenti un segnale del morbo di Alzheimer. È mostrata la retina di una persona sana: una fitta rete di vasi sanguigni con zone ad altissima densità. Viene mostrata anche la retina di una persona affetta dal morbo di Alzheimer: evidenziati vasi sanguigni meno densi. Le immagini sono state acquisite utilizzando una tecnica diagnostica non invasiva: l’angiografia basata sulla tomografia a coerenza ottica (angio-OCT; coherence tomography angiography, OCTA). → Link

3. Rho: apre un “ospedale” nell’Esselunga: ambulatori nel supermercato per le visite “low cost”. Il poliambulatorio in Corso Europa sarà firmato dal centro medico Santagostino. Luca Foresti, amministratore delegato, spiega di voler garantire la salute a tutti con servizi di qualità a tariffe accessibili. “Con questa apertura ci avviciniamo alle persone che vanno a fare la spesa almeno una volta la settimana, con lo scopo di rendere più comodo per i clienti Esselunga occuparsi della propria salute. Siamo convinti che supermercati e centri commerciali possano anche essere luoghi in cui avvicinare le persone al mondo della cura e della prevenzione”. Il nuovo centro di Rho ospiterà più visite specialistiche, tra cui anche quelle oculistiche, a 60 euro. → Link

2. HIFU (High Intensity Focused Ultrasound) è l’innovativo trattamento ad ultrasuoni ad alta intensità per ringiovanire sguardo e tutto il viso. Senza bisturi e con zero tempi di recupero! Dopo la seduta è possibile riprendere immediatamente le consuete attività, praticare sport, prendere il sole… il tutto senza i bendaggi o i fastidi tipici di un post intervento chirurgico. I primi risultati sono visibili da subito, ma raggiungono il massimo nel giro di circa 2-3 mesi, il tempo necessario al collagene per rigenerarsi. → Link

1. Corsi avanzati per medici oculisti a Vimercate. Il prossimo corso si terrà a Vimercate, sabato 13 Aprile alle ore 9:30, è rivolto a tutti i medici oculisti che desiderano consolidare le loro conoscenze sulla chirurgia del segmento anteriore. Il corso per Cataratta è suddiviso in due parti: una teorica, nella quale verranno analizzate le varie tecniche chirurgiche e una pratica WET LAB. Gli interventi verranno simulati utilizzando un modello configurabile per la simulazione delle varie fasi chirurgiche dotato di supporto anatomico dedicato, realizzato con TAC di un cranio per la più realistica esperienza di simulazione chirurgica.        → Link